Home page
31 ottobre 2014
Storia | II Guerra Mondiale | Cultura | Archeologia | Montecassino | Territorio | Info | 
freccia.gif Pubblicazioni
freccia.gif Libri On-Line

freccia.gif Paideia

freccia.gif Emilio Pistilli
freccia.gif Sergio Saragosa
freccia.gif Antonio Vano

freccia.gif Corteo Storico
freccia.gif Pietro Bailardo
freccia.gif l'Assunta
freccia.gif la "Pasquetta"
freccia.gif Calendario eventi



Paideia


Gruppo di Attività Artistiche

Il Sodalizio artistico-culturale “Paideia” nasce a Cassino (FR) nel 1978, grazie ad una intuizione dello scrittore Francesco De Napoli, il quale riesce a coinvolgere nell’iniziativa diversi autori e intellettuali locali, fra i quali Giampaolo Nitiffi, Mario Barbato, Domenico Aloise, Carmela Castelli, Tullia Galasso, Enzo Avino, Pietro Martini, Piero Rinaldi, ecc. Successivamente delle attività di “Paideia” si interessano, collaborando attivamente alla loro riuscita, personalità come Alfonso Cardamone, Amerigo Iannacone, Alfredo Barbina, Brandisio Andolfi, Maria Benedetta Cerro, Dante Zinanni, Gerardo Vacana, ecc.
Nel 1983 tale Associazione senza fini di lucro, finora operante come ente di fatto, decide di darsi uno Statuto attraverso un formale atto notarile.  
Numerose le iniziative realizzate nel corso degli anni: dal ciclo degli Incontri Culturali “Autunno Cassinate”, con periodicità annuale (1978-1988) al Premio Letterario  “Gaetano Di Biasio” (1982, edizione unica) al Premio di Poesia “Succisa Virescit”, attualmente giunto alla VIII Edizione.
Memorabili le tre Edizioni consecutive del Premio Internazionale della Fratellanza “La Triade” (1985-1987), con cerimonia di Premiazione a Roma nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, a cui aderì il fior fiore della cultura nazionale e internazionale, da Massimo Grillandi a Silvana Pampanini a Dante Troisi, ed inoltre Evgenij Evtushenko, Rafael Alberti, Isaac Asimov, Wole Soyinka, ecc. Della manifestazione parlò più volte la RAI nel corso del TG1 e del GR2.
In anni recenti il Direttivo di Paideia, facendo tesoro dell’esperienza acquisita, ha ritenuto opportuno modificare l’impostazione data al Gruppo, allo scopo di privilegiare maggiormente le pubblicazioni (libri, quaderni, antologie, atti di convegni, ecc.), accanto alla pura e semplice attività legata alla realizzazione di riunioni e manifestazioni varie - di cui quasi sempre non resta alcuna traccia - alla luce anche del motto latino: “exhibitio volat, institutio manet”.
Sono state così pubblicate alcune prestigiose Antologie: Poeti di Paideia (1994); Ciò che non siamo. Omaggio a Eugenio Montale nel centenario della Nascita (1996); Il fiore del deserto. Giacomo Leopardi nel Bicentenario della Nascita (1998); Ritmo Cassinese per un nuovo Umanesimo  (2000).
Attualmente è in fase di studio la realizzazione di una nuova antologia letteraria, in memoria del grande Poeta e Scrittore lucano Rocco Scotellaro, del quale cadrà nel 2003 il Cinquantenario della Scomparsa.
A partire dal 1997 il Sodalizio Cassinate dispone anche di un proprio Notiziario interno, denominato “Paideia – Quaderni di Poesia”.   

Francesco De Napoli (Potenza, 1954)

Poeta, scrittore, saggista e animatore culturale, vive a Cassino. Ha pubblicato numerose opere letterarie.  

Poesie: 

  • Poesia: Noùmeno e realtà (1979)

  • Fernfahrplan (1980)

  • La dinamica degli eventi (1983)

  • L'attesa (1987)

  • Il pane di Siviglia (1989)

  • Urna d'amore (1992)

  • Dialogo serale (1993)

  • Poesie per Urbino (1996)

  • Nel tempo. A Ženja (1998)

  • Carte da gioco (1999). 

  • Narrativa: Banalità (1994)

  • Animatore d'ombre (1996).

  • Epigrammi: Contagi (1990)

  • Giogo/forza (2000).

Saggistica: 

  • La Letteratura di protesta del Novecento in europa e in America (1993), Del mito, del simbolo e d'altro. Cesare Pavese e il suo tempo (2000), Graffiti poetici dall’universo giovanile sommerso (2000).

Ha curato le

  • Antologie: Poeti di Paideia (1994)

  • Ciò che non siamo. Omaggio a Eugenio Montale nel centenario della nascita (1996)

  • Il fiore del deserto. Giacomo Leopardi nel Bicentenario della Nascita (1998); Ritmo Cassinese (2000).

Ha ricevuto importanti riconoscimenti in concorsi letterari: 1982, "Monferrato" e Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri; 1986, "Firenze-Capitale europea della cultura"; 1990, "Casentino"; 1998, "Goffredo Parise", "Luci di Ciociaria", "Eugenio Montale" (segnalazione). Lo scrittore è stato incluso nell’edizione 1999 della prestigiosa opera “The International Who’s Who in Poetry and Poets’ Encyclopedia" a fianco dei maggiori poeti e scrittori viventi: premi Nobel, Pulitzer e docenti di letteratura delle più importanti Università del mondo.
Intorno all'opera letteraria di De Napoli hanno scritto: E.F. Accrocca «C'è nella sua poesia una sofferenza di cui vorrei capire le ragioni.»; G. Bárberi Squarotti «Un modo cordiale di fare poesia, fra passione e memoria, con una capacità notevolissima di cogliere personaggi, situazioni, momenti di vita, con acutezza e con nettezza.»; A. Barbina «Da sempre ho ammirato la sua sensibilità, il suo modo di fare preciso ed accurato nei rapporti con il fatto culturale.»; A.M. Biscardi «Egli si erge a difensore di un mondo che invano ha tentato di riscattarsi, senza per questo riuscire ad affiancarsi alle sorelle-regioni d'Italia, nonostante gli sforzi di quanti cercarono di dargli un degno posto accanto ad esse (Scotellaro, Levi, Sinisgalli). E D.N. si impegna con uno stile attento, un linguaggio appropriato ad ogni situazione esistenziale, con una punta anche di risentimento ironico che non guasta, anzi aggiunge qualcosa alla sua creatività.»; N. Bonifazi «Poesie piene di notevole piglio moralistico e satirico, che fa onore all'autore.»; A. Cardamone «D.N. parla in termini formalmente oggettivi della sostanza soggettiva dell'esistenza.»; P.F. Donovan «D.N. scrive davvero bene. Il suo lavoro è solido e ben fatto. I suoi libri sono costruiti molto bene, con intelligenza letteraria. E questo è merito di quella sensibilità che l'a. ha saputo far diventare una vera e propria voce.»; P. Maffeo «Una coscienza che ama e coltiva poesia e arte, risucchiata dalla vita ad assistere al silenzio per inerzia, alla dissipazione per incuria, all'oltraggio per cecità: questa l'esperienza, peripatetica anzichennò, da cui muove e da cui alla fine non esce lo scandaglio oculare e memoriale di D.N.»; G. Meneghello «La profonda vena moralistica aiuta il poeta a non cadere nell'abisso aperto dalla caduta dei valori e a recuperare il senso perduto della parola.»; M.G. Parri «Tematica impegnata che si riversa in robusti versi in soggettivo dialogare con se stesso, in riflessioni giovanili che sanno di battaglie da altri combattute, e ferme alla porta delle proprie esperienze.»; G. Piccari «La tua poesia esistenziale-contestataria è forte, incisiva, e a me piace molto.»; A. Piromalli «Veramente il suo testo è diverso dalle tante scelte generazionali di bassa lega che circolano in diverse regioni. C'è nel suo volume una scelta che risponde all'aggettivo e al gusto moderno.»; D. Troisi «Racconti intensi, vivi e originali.».


Francesco De Napoli

 

 

 fdenapoli@libero.it


Pdf    Versione adatta alla stampa    Invia ad un amico

Inizio Pagina